• Branka Grakalić w/ Vanesa Begić

Silenzio: Branka Grakalić


„Sanjani osmijeh“ è la prima silloge di Branka Grakalić, pianista, pedagoga musicale, pittrice e scrittrice. Il libro è pubblicato in croato nel 1993 e nel 1995 in tedesco ed in inglese. Nella bellissima traduzione di Vanesa Begić qui per la prima volta proponiamo cinque poesie dalla stessa silloge in un incantevole italiano che è pieno di musica, di suoni, odori e immagini dell’Adriatico. La fermezza delle pietre e dei muri si fondono con la fluidità dell’acqua, del sale e del sole “che odora nella nostra barca”. Una poesia con la sincerità dei versi aperti al lettore, versi che provengono da una riconoscibile tradizione poetica, che riesce a sedurre. Leggendo, assaggiamo la pura essenza del lirismo, quello che ci tocca dov’ è più tenero...

Vanesa Begić laureata in lingua e letteratura italiana ha studiato a Pola, Fiume e Zagabria. Lavora come giornalista, e si occupa di traduzioni. Ha tradotto da italiano a croato, tra l'altro, Svevo, Fogazzaro, Pirandello, Zandel ed altri autori. Ha ultimato lo studio postlaurea specialistico di traduzione. Queste traduzioni risalgono a diversi anni fa, e' sono nate dopo un incontro con l'autrice e con il proposito di preparare un libro bilingue.

Branka Grakalić È nata il 4 luglio 1948. Cresciuta in una famiglia di artisti, il padre Milan Grakalić era un famoso architetto e chitarrista. Dopo aver ultimato gli studi liceali e la scuola media superiore di musica, inizia a studiare all'Accademia di Musica di Zagabria. Nel 1971/72 riceve la borsa di studio della Città di Zagabria per lo studio internazionale di pianoforte in classe dei docenti V. Gornostaeva i B. Davidovich al conservatorio „Franz List“ a Weimar. Nel 1973 consegue il diploma all'Accademia di Musica di Zagabria diventando professore di musica.

Dopo un lavoro triennale a Zagabria e di cinque anni in Germania come pedagogo musicale, dal 1978 vive e lavora in Svizzera come professoressa di pianoforte e direttrice di cori musicali, ottenendo molti premi e riconoscimenti. Dal 1978 al 1984 è delegato dell' Associazione musicale-pedagogica elvetica a tutti i congressi. Dal 1997 vive e opera tra Medolino e Zagabria. Si occupa di pittura, composizione e poesia sin dalla prima gioventù. Ha avuto molti concerti e mostre (oltre 60 personali e collettive) in patria, come pure in Germania e in Svizzera. I suoi quadri (oli su tela, disegni, pastelli, acquerelli e acquerelli su seta) si trovano oggi in molti paesi.

Nel diventa accademico dell'Accademia croata delle scienze e delle arti in diaspora a Basilea (Svizzera).

Il primo incontro

I muri di pietra il passaggio stretto lo sguardo blu, diretto verso i raggi di sole nell'ombra della pietra si nascose marrone! È svanito dietro le tende mostrando la vera direzione delle mani. La mano maggiore e quella minore, due colori due unghie differenti

I sassi grigi attorcigliati dalle viti

Ci siamo capiti tanto tempo fa

ed ancora non ci conoscevamo battevano forte i cuori. Le anime infuocate cercavano la valle dove profuma il pino e l'assolato semprevivo

Ci nascondevamo fuggendo nell'erba secca estiva cosparsa di sabbia

Odorava il sole nella nostra barca

Silenzio

Silenzio, il mare quieto. Guardo nel profondo della pietra dipinto d'acqua

La valle di pietra il sole e il sale sul tuo corpo. Le linee del volto mutano con il calare del sole

La luna

La luna sprofonda nel mare

sprofondano i miei pensieri lì all'orizzonte sento il tuo respiro il lieve venticello si trasforma in vento e ci spaventiamo della minacciosa tempesta. Però, il miracolo, ci appare solamente. Il mare come l'olio quieto riposa e la luna sprofonda sprofonda

L'uva

L'uva ancora immatura abbiamo colto volevamo soltanto provare se per caso non fosse dolce

#BrankaGrakalić #Silenzio #LaLuna #Italiano

0 views

ZVONA i NARI - Library & Literary Retreat - Vrčevan 32, 52204 Ližnjan, Croatia - + 385 99 232 7926 - zvonainari@gmail.com - (c) 2011.-2020.